Svelati: i collegamenti offshore del presidente ucraino “anti-oligarca”.

È probabile che gli apparenti legami commerciali di Volodymyr Zelenskiy con la Russia tramite Maltex si rivelino controversi.

Volodymyr Zelenskiy si è scagliato contro i politici che nascondono ricchezza offshore ma non ha rivelato collegamenti con l'azienda BVI

Questo articolo è disponibile anche in: Inglese

Era una trama che in passato sarebbe sembrata impossibile. Per quattro anni, l’attore e comico Volodymyr Zelenskiy ha intrattenuto il pubblico televisivo in Ucraina con il suo ruolo da protagonista nella sitcom Servant of the People. Zelenskiy ha interpretato un insegnante che, indignato dalla corruzione cronica del suo paese, si è candidato con successo alla presidenza. Nel 2019, Zelenskiy ha reso reale la finzione quando ha contestato le effettive elezioni presidenziali in Ucraina e ha vinto.

Durante la campagna elettorale, Zelenskiy si è impegnato a ripulire il sistema di governo ucraino dominato dagli oligarchi. E si è scagliato contro politici come il ricco incumbent Petro Poroshenko che nascondeva i propri beni al largo . Il messaggio ha funzionato. Zelenskiy ha ottenuto il 73% dei voti e ora siede in un ufficio cavernoso nella capitale, Kiev, decorato con soffitti in stucco dorato. Il mese scorso, ha tenuto colloqui con Joe Biden nello Studio Ovale.

Tuttavia , i documenti Pandora , trapelati all’International Consortium of Investigative Journalists (ICIJ) e condivisi con il Guardian come parte di un’indagine globale, suggeriscono che Zelenskiy è piuttosto simile ai suoi predecessori.

I documenti trapelati suggeriscono che avesse – o abbia – una partecipazione precedentemente non rivelata in una società offshore, che sembra aver segretamente trasferito a un amico settimane prima di vincere il voto presidenziale.

Zelenskiy non ha commentato l’affermazione nonostante i numerosi tentativi del Guardian e dei suoi media partner di raggiungerlo. Il suo portavoce Sergiy Nikiforov ha scritto: “Non sarà una risposta”.

I file rivelano che Zelenskiy ha partecipato a una rete tentacolare di società offshore, in comproprietà con i suoi amici di lunga data e partner in affari televisivi. Includono Serhiy Shefir, che ha prodotto gli spettacoli di successo di Zelensky, e il fratello maggiore di Shefir, Borys, che ha scritto le sceneggiature. Un altro membro del consorzio è Ivan Bakanov, un amico d’infanzia. Bakanov era direttore generale dello studio di produzione di Zelenskiy, Kvartal 95 .

Tutti sono associati alla città natale di Zelenskiy nell’Ucraina meridionale , Kryvyi Rih. Dopo aver conquistato il potere, Zelenskiy ha portato questi stretti alleati al governo. Bakanov è diventato capo dell’agenzia di sicurezza SBU dell’Ucraina. Zelenskiy ha nominato Serhiy Shefir il suo primo assistente, un ruolo non retribuito che prevede la gestione del programma giornaliero del presidente. Un quarto membro di questo affiatato gruppo, Andriy Yakovlev, è un regista e produttore di Kvartal 95.

Zelenskiy ha affermato che questi appuntamenti riguardavano la fiducia personale piuttosto che il clientelismo finanziario. “Ho alcune persone che lavorano con me che sono mie amiche da molto tempo… Non hanno alcuna relazione con gli affari o con il budget”, ha detto al Guardian nel 2020.

Un trasferimento segreto

Da “Servire il Popolo”, la commedia satirica con Volodymyr Zelenskiy nel ruolo del presidente ucraino. Fotografia: Kvartal 95

Prima di diventare presidente, Zelenskiy ha dichiarato alcuni dei suoi beni privati. Includevano automobili, proprietà e tre delle società offshore in comproprietà. Uno, Film Heritage, che ha tenuto insieme a sua moglie, Olena, un’ex scrittrice di Kvartal 95, è registrato in Belize.

Ma i documenti di Pandora mostrano ulteriori attività offshore che Zelenskiy sembra non aver rivelato. Film Heritage aveva una partecipazione del 25% in Davegra, una holding di Cipro. Davegra a sua volta possiede Maltex Multicapital Corp, un’entità precedentemente sconosciuta registrata nel paradiso fiscale delle Isole Vergini Britanniche (BVI). Zelenskiy, i fratelli Shefir e Yakovlev detenevano ciascuno una partecipazione del 25% in Maltex.

Il 13 marzo 2019, due settimane prima del primo turno di votazioni alle elezioni in Ucraina, Zelenskiy ha ceduto il suo quarto di quota in Maltex a Serhiy Shefir, secondo i documenti. Non è chiaro se Shefir abbia pagato Zelenskiy. Bakanov ha assistito a questo trasferimento segreto e ha firmato i documenti offshore.

Circa sei settimane dopo, dopo la schiacciante vittoria di Zelenskiy, un avvocato del gruppo Kvartal 95 ha firmato un altro documento. Stabiliva che Maltex avrebbe continuato a pagare dividendi alla Film Heritage di Zelenskiy, anche se non possedeva più alcuna partecipazione nella società. Le sue entrate principali provengono dall’attività in Ucraina, Russia e Bielorussia, secondo un profilo cliente Maltex.

I documenti Pandora non indicano se siano mai stati pagati dividendi o la loro entità. Né rivelano quanti pagamenti potrebbero essere stati effettuati. La moglie di Zelenskiy, Olena, è ora la dichiarata beneficiaria effettiva di Film Heritage, il che significa che tutti i pagamenti dal 2019 sarebbero andati a lei.

Il documento chiave – datato 24 aprile 2019 – afferma che Maltex detiene azioni in società che producono e distribuiscono film per la TV. Una delle ragioni per fondare Maltex era “l’accumulo fiscale efficiente dei profitti aziendali”; un altro, si afferma, era la “tutela legale”. Borys Sheifir ha detto che Bakanov aveva per lo più istituito questi “schemi finanziari” offshore per proteggere la compagnia da “autorità e banditi”.

“Parlando onestamente, non sono pronto a risponderti. Potrebbe essere che io sia il proprietario [di Maltex]”, ha detto Shefir all’Organized Crime and Corruption Reporting Project (OCCRP), uno dei media partner dei giornali Pandora. Ha detto che stava cercando di spogliarsi dei suoi interessi offshore, ma ha detto che questo è stato un processo lento e difficile. Serhiy Shefir, Bakanov e Yakovlev hanno rifiutato di commentare, così come il loro avvocato.

La rivelazione di Maltex è imbarazzante per Zelenskiy dato il suo impegno a reprimere coloro che inviano ricchezza all’estero. Il mese scorso, il parlamento ucraino ha approvato un disegno di legge anti-oligarca . Il voto ha avuto luogo il giorno dopo che ignoti assassini hanno cercato di uccidere Shefir. Un uomo armato aveva aperto il fuoco sulla sua auto fuori Kiev. Era illeso, ma il suo autista è rimasto ferito. Il tentativo potrebbe essere stato motivato dall’opposizione al disegno di legge.

In un recente articolo di opinione per il Consiglio Atlantico, Zelenskiy ha affermato che il suo obiettivo finale come presidente era distruggere “il tradizionale ordine oligarchico” e sostituirlo con un “sistema più equo”. I critici, tuttavia, affermano che Zelenskiy non è riuscito a riformare lo stato e ha abbracciato le stesse vie oscure dei suoi predecessori. I revisori dei conti dell’UE hanno avvertito il mese scorso che “la grande corruzione e la cattura dello stato” sono rimaste diffuse in Ucraina.

Da quando è entrato in politica, Zelenskiy è stato perseguitato dalle affermazioni di essere sotto l’influenza di Igor Kolomoisky , un miliardario il cui canale televisivo ha proiettato lo spettacolo di Zelenskiy. Durante la campagna, gli oppositori di Zelenskiy hanno affermato che 41 milioni di dollari da entità Kolomoisky si sono fatti strada tra il 2012 e il 2016 in società offshore appartenenti a Zelenskiy e alla sua cerchia, tra cui Film Heritage.

Collegamento russo

Volodymyr Zelenskiy e sua moglie Olena in un seggio elettorale durante le elezioni parlamentari a Kiev, Ucraina, nel luglio 2019. Fotografia: Valentyn Ogirenko/Reuters/Alamy

I documenti di Pandora mostrano che almeno alcuni dettagli nello schema denunciato dal partito di Poroshenko corrispondono alla realtà. Dimostrano che parte della rete Kvartal 95 è stata gestita con l’aiuto di Fidelity Corporate Services, una società di consulenza offshore e una delle 14 aziende i cui documenti costituiscono la fuga di notizie. I file mostrano che Zelenskiy ei suoi partner commerciali utilizzavano società con sede nelle BVI, Belize e Cipro.

Le attività detenute tramite queste società offshore sono di ampia portata. Includono immobili a Londra. Shefir possiede due proprietà di fascia alta: un appartamento con tre camere da letto in un palazzo edoardiano a Regent’s Park acquistato nel 2016 per £ 1,575 milioni e un altro appartamento con tre camere da letto nella vicina Baker Street, di fronte al Museo di Sherlock Holmes, e acquistato per £ 2,2 milioni, secondo i registri del catasto.

Nel frattempo, la società BVI di Yakovlev Candlewood Investments possiede un appartamento di lusso in un palazzo vittoriano ad Artillery Row, a Westminster. Le proprietà sono state acquisite nel periodo in cui lo spettacolo di Zelenskiy è stato trasformato in un lungometraggio e rimesso in servizio per una seconda serie. Non è chiaro se i tre appartamenti vengano affittati o utilizzati occasionalmente. Li gestisce una società russa che si autodefinisce un “servizio individuale per clienti di alto livello”.

È probabile che gli apparenti legami commerciali di Zelenskiy con la Russia tramite Maltex si rivelino controversi. Poroshenko è stato criticato per il possesso di una fabbrica di cioccolato in Russia in un momento in cui l’Ucraina stava combattendo una guerra contro le truppe russe e i loro delegati in seguito all’annessione della Crimea da parte del Cremlino nel 2014. Il conflitto , in cui sono morte 14.000 persone, continua nell’est del paese e nei territori ribelli di Donetsk e Luhansk sostenuti da Mosca. La Russia era in precedenza un mercato importante per Kvartal 95, con la TV russa che proiettava i suoi spettacoli comici.

The Guardian | Luke Harding, Elena Loginova, Aubrey Belford | 3.10.2021

Lascia un commento

0:00
0:00