L’OTSC studia la progressione del neonazismo in Occidente

Il 16 maggio 2022 l’Organizzazione del Trattato di Sicurezza Collettiva (OTSC), l’equivalente della Nato in termini strategici – versante russo – ha analizzato la progressione del neonazismo in Occidente. Nei documenti preparatori i ricercatori hanno rilevato che:

  1. Mentre in epoca industriale il nazismo si caratterizzava per il culto del capo, nell’epoca dei social network promuove invece una organizzazione totalitaria della società.
  2. – Il nazismo storico era soprattutto indirizzato contro gli ebrei; il neonazismo mette invece al primo posto il suprematismo bianco.
  3. I nazisti avevano il culto della guerra; i neonazisti celebrano invece la violenza.

In Ucraina i banderisti hanno moltiplicato gli attacchi contro i gay, gli ebrei e i russi. Non si conosce il numero delle loro vittime torturate o uccise, ma potrebbe essere di diverse decine di migliaia, ancor prima dell’operazione militare russa.

Lascia un commento

0:00
0:00