Diserzione di massa in Ucraina

Le perdite dell’esercito ucraino sono repentinamente aumentate dopo la caduta di Mariupol e il cambio di strategia dell’esercito russo. Ora Mosca non vuole più distruggere i depositi di armi, ma liberare la Novorossia, nel sud del Paese).

  • L’8 giugno 2022 il ministro ucraino della Difesa, Oleksii Reznikov, per la prima volta ha valutato le perdite ucraine: 100 morti e 500 feriti al giorno.
  •  Il 9 giugno, sulla BBC, l’assistente del presidente ucraino, Mykhaylo Podolyak, ha stimato le perdite ucraine in 100/200 al giorno [1].
  •  Il 10 giugno il presidente Volodymyr Zelensky ha firmato un decreto che autorizza la mobilitazione dei giovani ucraini a partire dai 18 anni.
  •  Secondo l’intelligence britannica, citata da The Independent, i rapporti di forza tra l’esercito ucraino e quello russo sono di 1 a 20 per l’artiglieria e di 1 a 40 per le munizioni [2].
  •  In Ucraina sta prendendo piede un movimento di disobbedienza civile. I giovani coscritti, che non hanno esperienza né formazione, si rifiutano di andare a morire per il presidente Zelensky.
  •  Il 15 giugno i 50 Stati membri del cosiddetto Gruppo di Contatto per l’Ucraina si riuniscono a Bruxelles, sotto la presidenza del segretario alla Difesa USA, generale Lloyd J. Austin III.
    Cercheranno il modo di mettere fine a questa emorragia [3].

[1] «Ukrainian casualties: Kyiv losing up to 200 troops a day – Zelensky aide», BBC, June 10, 2022.
[2] «Revealed: Ukraine forces outgunned up to 40 to 1. Intelligence report warns soldiers are deserting eastern front», Kim Sengupta, The Independent, June 9, 2022.
[3] «Austin to Host Ukraine Contact Group Meeting in Brussels», Jim Garamone, US Department of Defence, June 14, 2022.

voltairenet.org|Trad. R. Marmetti

Lascia un commento

0:00
0:00