Desecretati documenti sui crimini dei banderisti

Il governo russo ha desecretato documenti relativi a processi a banderisti risalenti alla fine della Grande Guerra Patriottica (seconda guerra mondiale). Si tratta di documenti che attestano atroci crimini di guerra commessi dai banderisti contro civili ucraini nel 1944 e 1945, durante il ritiro dei nazisti di fronte all'avanzata dei sovietici. Un documento del ministero del III Reich per i Territori occupati dell'Est, guidato da Alfred Rosenberg, comprova l'esistenza di un piano delle forze (…)Articolo originale

Lascia un commento

0:00
0:00